Sharing is caring!

Ci siamo. Agosto è ormai finito e si riparte dopo le ferie, cercando di evitare stress e ritmi troppo frenetici ma soprattutto preparandosi al meglio. Qui vi fornisco i miei consigli per evitare stress inutili.

Allo scoccare dell’ultimo minuto del mese tutto sembrerà cambiare. L’estate sarà finita. Sarà finita la spensieratezza e i ritmi rallentati delle lunghe giornate di sole in cui sembrava avere tutto il tempo che si desiderava a propria disposizione a anche la sera era dolce; forse solo un po’ umida.

E giunge quindi la ripartenza. Una parola che quest’anno più che mai si tinge di sfumature di significato a tratti anomale. Quante volte abbiamo parlato in questo 2020 di ripartenza. L’abbiamo desiderata, anelata e raggiunta a fatica. E forse torneremo a desiderarla con la stessa forza in un futuro forse prossimo? Questo non possiamo saperlo e, anzi, speriamo non accada mai più.

Concentriamoci invece sulla ripartenza dalle ferie estive. Quelle, nonostante le aspettative non sono certo mancate.

Che cos’è la ripartenza?

In fondo possiamo intenderla sotto due aspetti dissimili ma pur sempre affini. Da una parte una nuova partenza, un nuovo inizio dopo uno stop, forzato o meno. Dall’altra una ripresa dopo una pausa. È un po’ come voler guardare il bicchiere mezzo vuoto o mezzo pieno, insomma, ma soprattutto con quale spirito volerlo guardare e quindi ripartire.

Cambia la tua vita,
investi nel settore del futuro,
diventa il fornitore di luce e gas della tua citta!


Per ogni categoria professionale ripartire ha un senso differente. Per il professionista significa tornare in ufficio, aprire la mail e iniziare a leggere tutti i messaggi: un segreto è sicuramente quello di leggere tutte le mail e gestirle nei primissimi giorni, senza strascichi successivi, così vi sembrerà di essere già entrati nel giusto mood. Per i commercianti, ad esempio quelli di abbigliamento, significa esposizione e vendita della nuova collezione: archiviati i saldi si lascia il campo libero alle novità. Per gli operatori del settore turistico inizia il momento della bassa stagione, quindi un ritmo meno incalzante ma pur sempre fatto di lavoro.

Come ripartire dopo le ferie?

Domanda semplice e secca a cui non sempre è facile dare risposta. Ci ho pensato a lungo, anche durante le mie vacanze; ho pensato a cosa io e noi tutti avremmo potuto fare per affrontare al meglio questa ripartenza dalle ferie, seppur insolita.

Ecco allora la mia visione, i miei consigli per ripartire e tornare al lavoro senza troppo stress.

 

Sfrutta i periodi “tranquilli”

In tanti approfittano di questo periodo di “calo” e ripresa per programmare, prepararsi e ricaricarsi; ma anche per fare un’analisi della prima metà dell’anno e avere ben chiari gli obiettivi e le strategie dell’ultimo quarto dell’anno.

Così facendo si arriva preparati ai periodi più pieni, a quelli in cui tutto riprende a pieno regime e talvolta sembra non esserci tempo nemmeno per respirare. Inoltre può essere un buon pretesto per dedicarsi alla propria formazione professionale o per aggiornarsi sui trend del momento e novità normative. Insomma chi ha tempo non aspetti tempo.

 

Prepara liste di controllo

È una metodologia che va bene praticamente per tutto. Quando non sai da dove cominciare, come procedere, allora basta fermarsi un attimo, prendere se vuoi carta e penna e stilare delle vere e proprie liste di controllo, di cose da fare, scadenze da rispettare, attività da pianificare, persone da contattare, fornitori a cui rispondere. È un modo semplice e pratico per organizzarsi; inoltre ogni volta che si completa un punto della ista vi è sempre una certa soddisfazione a depennare.

Naturalmente se non vuoi ricorrere a carta e penna, ci sono sempre delle app che ti aiutano in questo; tra le mie preferite c’è sicuramente Google Task, un vero aiuto.

 

Attira l’attenzione su di te e la tua attività

Se vuoi ripartire con il fantomatico “botto” allora devi fare in modo che i riflettori siano puntati su di te, che i tuoi clienti e i potenziali clienti ti notino e ti cerchino. Ad esempio molte volte per attività di ristorazione o commerciali, questo momento coincide con un rifacimento del look, un rinnovo locale che lo renda in poche parole nuovo. La parola d’ordine, infatti, è “novità”. Ad esempio una iniziativa, un evento di riapertura o di lancio di un prodotto, una promozione. Insomma qualcosa che ti faccia notare e spiccare in mezzo agli altri.

 

Comunica in modo efficace

Ogni novità se non viene ben comunicata rimane solo una bella idea fine a se stessa. Ancora una volta la comunicazione con clienti e potenziali tali è necessaria, la pubblicità è vitale per un’azienda o un’attività commerciale e il marketing è diventato parte integrante della attività stessa.

Naturalmente modi e canali di comunicazione sono differenti e si adattano a seconda delle esigenze. Puoi utilizzare post sui social, oppure una strategia di mail marketing o un messaggio istantaneo. Oppure far sviluppare una campagna più articolata e mirata da professionisti del settore. Direi che hai solo l’imbarazzo della scelta.

 

Investi prevedendo un budget

Pensi che tutto quello appena scritto qui sopra possa e debba essere totalmente gratis? Ti stai sbagliando. La comunicazione e la pubblicità hanno bisogno di investimenti, piccoli o grandi che siano, dal semplice post sponsorizzato alla campagna più articolata. Tutto ha un costo se vuoi ottenere un risultato veritiero che possa realmente aiutarti a incrementare in tuo business. Con i favori dei “famosi cugini” non si va da nessuna parte.

 

Prenditi delle piccole pause

Non strafare, non partire in quarta. Se pensi che la ripartenza di stia mettendo addosso solo ansia allora prenditi delle pause. Un semplice coffee break o una mezza giornata libera non sono certo un peccato se possono aiutarti e ricaricarti. Non avere timore di prenderti i tuoi tempi.

 

Concentrati sulla passione per il tuo lavoro

Niente di più vero. Come dice quel detto: “se fai ciò che ami allora non lavorerai mai un giorno nella tua vita”; forse un po’ estrema come massima, ma ha pure sempre un fondo di verità. Se il tuo lavoro è la tua passione, se ci metti passione nel tuo lavoro, allora la ripartenza per te sarà più dolce.

Sharing is caring!