Sharing is caring!

Ormai la parola Brand è entrata a pieno titolo nel nostro vocabolario quotidiano. Dal produttore al consumatore il marchio gioca un ruolo fondamentale nelle vendite, talvolta più di quello che possiamo minimamente immaginare. Anche il concetto di Brand Identity si sta affermando come elemento distintivo in un mercato talvolta saturo, in cui non è il prodotto la discriminante per orientare le vendite.

Che cos’è la Brand Identity?

Partiamo come spesso facciamo dalla mera traduzione dell’espressione, Identità di Marchio. In sostanza quelle caratteristiche che denotano esattamente e in maniera quasi inequivocabile un marchio. Avere una propria identità significa anche essere facilmente riconoscibile tra tanti o, ribaltando la prospettiva, è il modo autentico e personale con cui ti mostri ai tuoi clienti e potenziali tali.

Se prendiamo in considerazione un negozio, la Brand Identity è costituita da una serie di elementi coerenti tra di loro che possono lasciare il segno, che rimangono impressi nella mente dei clienti e che invece spingono altri a diventarlo. Questo a prescindere, talvolta, dal prodotto. Attenzione, non significa che il prodotto o il servizio che si offre non è importante; il prodotto rimane fondamentale, ma come detto anche in precedenza è l’esperienza del cliente a fare la differenza.

Attualmente, infatti, aziende, grandi e piccoli brandi non sono più semplici venditori ma stanno diventando sempre più dei veri e propri partner per i clienti: la relazione di dipendenza si è spostata sul piano quasi della cooperazione. E per questo rafforzare la propria Brand Identity è diventata una strategia essenziale.

Cambia la tua vita,
investi nel settore del futuro,
diventa il fornitore di luce e gas della tua citta!


Come definire la propria Brand Identity?

È un po’ come guardarsi allo specchio o fare un ritratto di noi stessi. Fisicamente, ad esempio, ci distinguiamo per il colore degli occhi e dei capelli, per l’altezza e la corporatura; caratterialmente ci descriviamo come solari e positivi, talvolta istintivi, generosi e così via.

Facciamo quindi un parallelismo, pensiamo semplicemente al brand come a una persona. In questo modo puoi mettere bene a fuoco i tratti distintivi del tuo brand, quale messaggio vuoi trasmettere, quale tipo di clientela vuoi attrarre e come vuoi farlo.

Definire la propria Brand Identity è, come nell’esempio, un mix di aspetti fisici e visuali e aspetti caratteriali: ad esempio il layout del tuo negozio, la disposizione dei prodotti che formano quasi un racconto, la giusta illuminazione, la musica che accoglie il cliente e che fa da sottofondo ai suoi acquisti. Ed ancora il tono di voce utilizzato per comunicare, l’attenzione che i dipendenti hanno verso il cliente e come lo accolgono ad esempio in negozio, le tempistiche di risposta alle domande e molti altri elementi.

Certo non è semplice definire la propria Brand Identity, ma sicuramente il primo passo, quello più importante è conoscere e sapere chi siamo.

Quali sono i vantaggi di una buona Brand Identity?

Come abbiamo detto una Brand Identity è l’elemento che può davvero differenziarti dai tuoi competitor. È evidente che questo è sicuramente uno dei più grandi vantaggi: riuscire ad essere se stessi, unici anche in un mercato in cui tutto sembra appiattirsi e uniformarsi in uno scenario senza stimoli per te e soprattutto per l’utente consumatore.

Avere una Brand Identity significa avere una storia da raccontare e un messaggio da trasmettere. Questo ti pone più vicino al cliente, ti permette di instaurare una relazione sempre più stretta, come se a unirvi fosse un invisibile filo. Attraverso quel filo, però puoi trasmettere emozioni, far provare esperienze, entrare nella vita del cliente e diventarne un punto di riferimento. Naturalmente questo presuppone una profonda conoscenza del tuo cliente ideale e questo si traduce nella possibilità concreta di focalizzare i giusti punti di contatto da colpire per tenerlo vicino a te. Insomma per fidelizzarlo.

In questo modo anche il meccanismo di vendita subisce una importante trasformazione. Non sarai più tu a dover spingere le vendite puntando solo sul prodotto attraverso ad esempio offerte stracciate che sembrano palesemente specchietti per le allodole, ma sarà la forza magnetica del tuo brand ad attrarre clienti e nuovi clienti spingendoli all’acquisto. Ammettilo, ti piacerebbe, vero? Fidati, puoi farlo.

Una Brand Identity forte e chiara è naturalmente un vantaggio anche per il cliente che vede in te e nel tuo brand un punto di riferimento sicuro, una persona di cui avere fiducia e a cui affidarsi nelle scelte di tutti i giorni o in quelle eccezionali.

Come migliorare la Brand Identity?

La prima regola per migliorare la propria Brand Identity è senza dubbio la coerenza. Sicuramente questo concetto si lega fortemente alla conoscenza e consapevolezza del marchio, ma anche a tratti distintivi che si declinano in differenti aspetti. Coerenza è scegliere e mantenere uno stile chiaro, che passa dalla scelta della propria palette di colori al tono di voce usato per comunicare.

Un altro elemento importante è ad esempio il logo che diventa la sintesi grafica di quello che sei e che vuoi trasmettere. Il logo deve essere coerente ma allo stesso tempo originale, per questo dimentica i progetti preconfezionati che in migliaia hanno già utilizzato e incesti per essere te stesso nella tua unicità.

Regalare un’esperienza è il modo migliore per fidelizzare il cliente. Meglio se un’esperienza sensoriale, che passa attraverso i sensi. A chi non è mai capitato di rimanere colpiti da un particolare profumo entrando in un negozio. Pensi sia solo una coincidenza? Ti sbagli. Quel profumo che attraverso le narici ha poi stimolato il tuo cervello creando un ricordo olfattivo è una chiara strategia del brand per avvicinarsi al cliente. La stesa cosa succede per la musica e anche per l’atmosfera creata dalle luci.

Questi sono solo alcuni degli elementi che possono aiutarti a migliorare la tua Brand Identity. Se ti guardi attorno, infatti, ti accorgerai che nulla è lasciato al caso e che essere te stesso per distinguerti dalla massa è la strategia vincente.

Sharing is caring!