Sharing is caring!

Indispensabile e imprescindibile, il marketing natalizio di quest’anno non può che essere più attento, mirato ed efficace per adattarsi ad un contesto anomalo, senza tralasciare i buoni sentimenti.

Che non sarebbe stato un Natale “convenzionale” era noto a tutti ormai da tempo. Che sarebbe stato, invece, un Natale così non convenzionale lo speravamo fino all’ultimo. La lotta al Coronavirus non risparmia nemmeno la festività più bella dell’anno, ma soprattutto quella in cui il commercio e l’economia intera traggono maggior beneficio. Certo, non si mette in dubbio lo spirito più intimo del Natale, quello fatto di bontà, serenità, fratellanza, amore, ma è innegabile il lato più materiale, quello fatto di regali, compere, pranzi e cene, vacanze e consumismo sfrenato ma guidato dai migliori propositi.

E se in questo anomalo Natale lo stare insieme sarà per forza di cosa limitato, se la distanza sarà lo scomodo invitato alle tavole ridotte, l’acquisto di regali e pensieri potrebbe essere una piccola ed effimera consolazione. E forse una boccata d’ossigeno per attività commerciali e aziende già fortemente in difficoltà

Per questo il marketing natalizio di quest’anno non può che essere più attento, mirato ed efficace. Pensi di esserti organizzato per tempo? Pensi di aver costruito una buona strategia marketing per incrementare le vendite? Oppure pensi che le solite idee natalizie possano andar bene e non senti l’esigenza di cambiare e adattarti alle contingenze.

Allora segui la mia lista di suggerimenti per capire se sei sulla buona strada o se forse è arrivato il momento di correggere un po’ il tiro per arrivare all’obiettivo. In fondo ricorda, in ambito commerciale, Natale è la festa dell’anno che dura più a lungo, iniziando praticamente a fine novembre e finendo dopo l’Epifania a ridosso dei saldi.

Cambia la tua vita,
investi nel settore del futuro,
diventa il fornitore di luce e gas della tua citta!


 

La vetrina è tutto!

Che si tratti di un negozio fisico o di quello online, la vetrina è il tuo biglietto da visita, il primissimo elemento che un acquirente guarda appena si avvicina al tuo negozio. E per la massima “anche l’occhio vuole la sua parte”, la regola da seguire è solo una: creare l’effetto “wow”! Naturalmente non servono scenografie imponenti o effetti speciali da set cinematografici. Quello che devi sfoderare è solo la tua creatività. Una vetrina natalizia deve sicuramente racchiudere i simboli tipici della festività e trasmettere un messaggio che arrivi dritto al cuore e poi alla mente. Basta davvero poco, la giusta idea cercando di vedere il tutto con gli occhi di un bambino, così non potrai sbagliare. E se proprio ti manca la creatività o hai un blocco? Cerca l’ispirazione guardandoti attorno o affidati ad un esperto per una consulenza, sarà un investimento con un ritorno sicuro.

 

E-commerce, un “must have”

In questo periodo l’e-commerce può davvero fare la differenza per il retail. Perché? Sono ormai all’ordine del giorno le immagini delle vie dello shopping nelle grandi città iperaffollate, con lunghe code agli ingressi dei negozi, con una conseguente “shopping experience” non proprio rilassante e piacevole. Oltre le persone che decidono di riversarsi nei negozi, sicuramente è presente un’altra buona parte che decide di evitarli per evitare assembramenti e diminuire eventuali rischi di contagio. Ecco che l’e-commerce può essere un valido alleato.

Inoltre per ridurre o evitare spese di consegna potrebbe essere utile attivare servizi di consegna a domicilio o meglio di “click and collect”, ovvero l’acquisto online e il ritiro in negozio.

 

Coupon, sconti, offerte di Natale

Sembrerebbero banali ma non lo sono affatto, semplicemente perché si basano su un principio fondamentale: piacciono a tutti! Non è Natale senza un’offerta creata ad hoc, con packaging ricercati, edizioni limitate e bundle esclusivi. Tutti le vogliono, tutti le ricercano, è matematico, rientra nell’ordine incontrovertibile degli eventi. Inoltre l’idea di poter risparmiare denaro crea una sorta di “dipendenza” così come spendere denaro, sono azioni strettamente legate che creano un preciso beneficio: portare altre vendite. Ed è questo quello che devi raggiungere!

 

Un omaggio per conquistarli

Che si tratti di già clienti o potenziali tali, l’omaggio è quell’elemento in più che fa la differenza. Nel caso dei clienti fidelizzandoli, facendoli sentire importanti; insomma un piccolo gesto per ringraziarli della fiducia riposta nei tuoi prodotti e servizi. Nel caso, invece, dei prospect, si tratta di una sorta di captatio benevolentiae, un bel biglietto di presentazione che cattura l’attenzione e fa sempre piacere. Anche in questo caso punta sulla simpatia, sull’empatia, deve essere un oggetto carino, piccolo ma che susciti in fondo “tenerezza”. Possono essere dei biscotti o altro prodotto alimentare, una confezione regalo personalizzata, un gadget con vostro logo, un piccolo pensiero senza strafare.

 

Coinvolgi con i social

Anche i social devono addobbarsi per le feste, anche sui profili deve essere visibile lo spirito del Natale, ma sempre con sobrietà e in maniera originale. Sfrutta i canali social come una ulteriore vetrina per presentare le tue offerte, oppure come mezzo di comunicazione massivo per fornire informazioni sugli orari di apertura e disponibilità di merce; crea sondaggi per conoscere i gusti del tuo pubblico o per acquisire suggerimenti. In alternativa il metodo migliore per mantenere viva l’attenzione e creare coinvolgimento è indire un contest creativo o estrazioni random per vincere premi con il tuo brand. Insomma minima spesa per massima resa.

 

Tu quali strategie hai già attuato?

Sharing is caring!