Sharing is caring!

Tantissimi motivi mi portano a pensare che il modello di business del futuro nel settore dell’energia sia il franchising. Se dovessi individuarne uno tra i principali, non ci penserei due volte: l’economia nazionale è cambiata. Non è più fondata sul posto fisso, sul posto pubblico e sulle assunzioni per raccomandazione, ma sulla necessità di modellare il modello di business continuamente e iniziare a pensare da imprenditore.

Costruirsi imprenditori

Già, perché il numero delle imprese, in ogni settore, è destinato a crescere e sarà di conseguenza fondamentale acquisire la giusta mentalità. Ragionando in questi termini, sono pronto a sostenere davanti a chiunque quanto sia valido il modello del franchising. Se, infatti, in futuro il mercato richiederà ai suoi interpreti di costruirsi imprenditori, al fine di costruirsi un futuro ed un lavoro, quale strada migliore potrebbero questi scegliere, se non percorrere la stessa identica strada di chi è partito prima e ha già collezionato diverse esperienze?

Vendere esperienze replicabili

Capovolgendo il punto di vista, per quale ragione un imprenditore che ha già incamerato anni di esperienza in un settore, commettendo errori, ottenendo successi e costruendo un modello che, se replicato, può portare qualcun altro a vincere, non dovrebbe vendere questo bagaglio utile a non commettere errori e a saltare dunque diversi step nel proprio percorso imprenditoriale?

L’esempio americano

A insegnarci che la strada corretta è quella del franchising sono economie anche più sviluppate della nostra, come quella americana, dove tale modello funziona perché chi ha l’ambizione di diventare imprenditore, anziché immettersi in un mercato sconosciuto, fare delle prove e spendere denaro per fallimenti che, per citare Battiato, normalmente attirerà, preferisce investire denaro nella formazione da chi ha già passato tutto questo e magari guadagnare anche di più.

Diventa imprenditore dell’energia.


Il franchising nell’energia

Questo modello funziona ancora di più nel settore dell’energia, nonostante i pareri contrari che ho ricevuto quando ho iniziato a parlare di questa idea sul mercato. Poi, però, in venti giorni abbiamo avuto manifestazioni di interesse a entrare nella famiglia di Noi Energia da ottanta diverse persone e abbiamo firmato quattro contratti per altrettanti nuovi uffici che a breve partiranno, parallelamente a un corso di formazione partito in queste ore.

Nuove competenze, nuovi scenari

Sentirmi dire che non avrebbe funzionato ha fatto scattare in me una molla. Sono sempre in prima linea quando si tratta di andarsi a inserire in un mercato in cui esistono delle regole da rompere. Più il ragionamento è radicato, consolidato, e più il mio cervello naturalmente cerca di trovare delle strade per sovvertire questi modi di pensare, non saprei quali siano le motivazioni, probabilmente il mio mindset da marketer, spesso però ci azzecco. Sono sicuro che in futuro il modello del franchising sarà trainante nella nostra economia perché, a differenza di quanto accaduto finora, ci saranno competenze per poterlo sviluppare( che finora in un mercato professionalmente immaturo  come quello dell’energia non ci sono state ) e manuali operativi di centinaia di pagine che spiegheranno cosa fare e come farlo step by step.

Casa Energia

Noi Energia già dispone di queste professionalità, già può insegnare come replicare il suo modello di business. Se infatti la nostra realtà ha avuto ottimi riscontri nel territorio barese, vuol dire che il nostro modello può essere spezzettato e replicato in tante piccole attività, in qualsiasi fase del processo di acquisizione e gestione della trattativa e della successiva gestione del portafoglio.

Dati in continua crescita

Il settore dell’energia colpisce infatti tutti e conferisce dunque al franchising molte più potenzialità in confronto a tanti altri settori in cui ha già funzionato, come quello immobiliare e quello della ristorazione, pieni di esempi virtuosi di sviluppo di questo modello, che sta letteralmente esplodendo nell’economia italiana: Assofranchising, nel suo ultimo report, parla chiaro, in un’economia stagnante i dati di crescita e delle assunzioni di occupati dell’intero mercato del franchising sono in crescita importante.

Noi Energia sta tracciando una strada

La crescita potenziale, a cui probabilmente assisteremo, è dunque enorme. Noi ci crediamo, Noi Energia nel franchising è già partita con il format CasaEnergia ed è pronta a crescere e svilupparsi sempre di più. Chi volesse scaricare la nostra guida e avere tutte le informazioni possibili, può riceverle visitando il nostro sito. Il futuro del mercato dell’energia è nel Franchising, scopri con Noi come diventare un imprenditore di successo dell’energia, fallo con quelli davvero bravi, di solito è meglio 🙂

Sharing is caring!