Sharing is caring!

Non vi sopporto più, basta. Forse vi sorprenderà il mio tono, ma questa è una vera e propria denuncia che voglio indirizzare alle agenzie ancora presenti sul mercato. È una fortuna che abbia a che fare con loro sempre meno, dato che vengono da me per propormi centinaia o addirittura migliaia di fantomatici clienti, sostenendo di averli praticamente in mano, fidelizzati sulla scorta di chissà quale tipo di chiacchiere.

Ignorano la strategia

Abbiamo perfezionato”, dicono, “un eccezionale sistema di passaparola, un infallibile sistema di reference, utili a far sì che i nostri clienti ci seguano dappertutto”. Lo fanno senza ragionare sul tipo di azienda di cui stanno parlando, su quale organizzazione e quale modello di business essa abbia. Ignorano la strategia, facendo finta di valutare le offerte, il contratto e le varie caratteristiche per fare i consulenti delle persone.

Un esercito di scalzacani

Non sopporto più nemmeno i call center, che continuano a tempestare di telefonate le persone, perseguitando e raggirando online e telefonicamente le persone più anziane e quelle più ingenue. Anche i call center, come le agenzie, sono tutto tranne che venditori o consulenti. Sono scalzacani che occupano abusivamente questo mercato dalle potenzialità pazzesche e dal futuro enorme.

Personaggetti in cerca d’autore

SCARICA LA GUIDA E SCOPRI COME DIVENTARE UN IMPRENDITORE DI SUCCESSO NEL SETTORE DELL’ ENERGIA


Sono personaggetti in cerca d’autore, che sono riusciti a inserirsi in questo mondo sfruttando il momento storico a loro propizio, prosperando poi sulle spalle degli altri attraverso truffe e raggiri che per fortuna diminuiscono pian piano sempre di più. Non posso sopportare loro, né i ragazzini o gli sprovveduti più grandicelli che vanno in giro cercando di sbarcare il lunario con progetti a un mese o due, come se il nostro settore equivalesse a un dopolavoro ferroviario.

Consigli d’amministrazione bravi a fare chiacchiere

Non sopporto più nemmeno le grosse società di fornitura energetica che continuano ad affidarsi a direttori commerciali e area manager incapaci, gente che in altri settori non diventerebbe nemmeno l’ultima ruota del carro dei venditori; uomini e donne che continuano ad affidarsi a carte, numeri, agenzie e call center per produrre numeri da sottoporre a consigli di amministrazione completamente inadatti a tutto, tranne che alle chiacchiere.

Dovete solo scomparire

Basta! Avete rotto le scatole, non vi sopporto più. Dovete scomparire, abbandonare questo mercato. Liberate dalla vostra mediocrità questo settore, che ha potenzialità enormi da voi avvilite. Liberatelo, perché senza di voi il roseo futuro che gli si prospetta potrà finalmente diventare realtà.

L’energia sarà l’oro del futuro

L’energia sarà l’oro del nostro domani, non ne ho dubbi. Servirà però professionalità, in ogni ambito: dalla vendita allo studio, dal marketing alla strategia, dai modelli di business alla contabilità, passando per settore economico, amministrativo e normativo. Servirà tutto ciò perché nel mondo in cui viviamo l’acquisto, la vendita, il trasporto, l’energia e il rapporto con i consumatori sono qualcosa di complicato, strutturato, importante e difficile.

Noi siamo altro rispetto a voi

E lasciatemelo aggiungere: non sopporto più che il mio nome e quelli della mia azienda dei miei soci e dei miei dipendenti, che lavorano tantissime ore al giorno con tanta passione, tanto entusiasmo, tanta voglia di fare bene e di regalare un’esperienza e un’emozione diversa a chi ha a che fare con noi vengano collegati a quelli di alcuni scalzacani. Non ce la faccio più! Farò qualsiasi cosa, tutto quello che è nelle mie possibilità per potervi cacciare tutti quanti a calci nel sedere da questo mercato. Dovete andare fuori dalle scatole! Via dal mercato! Via!

Truffe e truffarelle…

Non sopporto più la facilità con la quale è possibile entrare in questo mercato, né il fatto che non ci siano barriere d’accesso per i piccoli rivenditori di energia che non sono organizzati, strutturati e consapevoli, né interessati a creare una relazione con i clienti sul territorio, mettendoci la faccia, ma puntano piuttosto a fare truffe e truffarelle, “dimenticandosi” di pagare l’IVA e le accise, rinunciando a un’organizzazione sensata; società che nascono e muoiono dopo 18 o 24 o 30 mesi, se va bene, facendo nel frattempo truffe in continuazione.

…documentate!

Non vi sopporto più! Non sopporto più il fatto di vedere articoli di Federconsumatori o del movimento dei consumatori che parlano di società protagoniste di truffe nei confronti dei consumatori. Non sopporto più il fatto di dover vedere servizi televisivi come quelli realizzati in questi ultimi giorni da “Le Iene”.

Poca chiarezza, nessuna attenzione al cliente

Non sopporto le società che continuano a truffare la gente attraverso bollette poco chiare o poco comprensibili, sfruttando di fatto il disordine e la giungla normativa per vendere chiacchiere alle persone; non sopporto più il fatto che ci siano siti e pagine Facebook scadentissime che dicono sempre la stessa cosa; non sopporto davvero più che il marketing sia qualche cosa di astruso e non considerato all’interno del mondo dell’energia, quando invece è una materia bellissima.

Adesso basta!

Basta! Non sopporto più di essere accomunato a queste persone e prendo oggi un impegno solenne: farò qualsiasi cosa per mandarle via da questo mercato.

Sharing is caring!